Arriva Dixero, il nuovo modo di fruire la blogosfera e il web

Circa tre mesi fa sono arrivati nel mio ufficio due investitori/imprenditori internazionali che, data la loro esperienza pluriennale sul mondo dei servizi TSS, avevano una visione: portare verso il basso questa tecnologia “hard” abilitando nuove forme di fruizione per tutti i contenuti web.

Partendo da questo spunto e da alcuni assunti tecnologici abbiamo iniziato a lavorare intensamente (praticamente quasi tre mesi full-time cinque persone) su utenti e scenari a livello internazionale (da utenti anglo-americani, a quelli centro-est europei fino a cina, korea e giappone) cercando di comprendere quale potesse essere una nuova esperienza d’uso da offrire agli stessi.

Dalla ricerca sono emersi alcuni assunti e una marea di idee tra cui una spiccava: abilitare gli utenti a portarsi sempre dietro i contenuti web in una forma “leggera” da fruire!

L’evoluzione di questa idea è oggi Dixero, un nuovo servizio web 2.0 gratuito che implementa una nuova esperienza d’uso per tutti quei contenuti web, in particolare quelli dei blog, veicolati e diffusi dai feed RSS.

Infatti Dixero abilita gli utenti ad aggregare i propri feed preferiti (senza comunque pretendere di essere un aggregatore, infatti prevederà funzionalità di sincronizzazione con il vostro aggregatore preferito ;) in canali podcast, trasformando dunque i vari post in file mp3 con le vostre voci preferite!

Questo meccanismo di funzionamento porta, a mio vedere, forti spunti di innovazione in quanto tende a creare scenari in cui vengono risolti dei problemi o create nuove esperienze quotidiane come:

  • Molte persone hanno il problema di aver ogni giorno troppi feed da leggere, con un relativo stress che spesso sfocia in frustrazione. Questo avviene perchè nonostante la lettura permetta la scansione visiva dei titoli, dunque una selezione, richiede comunque la completa attenzione dell’utente nello svolgere il compito. Dixero permette invece di fruire di tutte le notizie in una forma più leggera (di sottofondo) ed solo in caso di reale interesse prende tutta l’attenzione dell’utente!
  • Ci sono diversi momenti della giornata in cui non siamo connessi alla rete ma che magari vorremmo comunque sfruttare per restare aggiornati, approfondire o studiare. Parlo di quei momenti in cui si è in palestra, si stà facendo jogging o si è in metropolitana. I canali di Dixero possono invece essere scaricati sul proprio iPod o lettore mp3 e poi fruiti in qualunque momento, tra l’altro con la voce che più ci aggrada!

Dunque non resta che provarlo attraverso un canale “tecnologia” che abbiamo preparato aggregando i più famosi blog inglesi di gadget e tecnologia, aspettando così l’apertura ufficiale che sarà il 15 di gennaio.

ps: per l’apertura potete già richiedere un invito su www.dixero.com ;)

  1. sw

    auguri, mi sembra proprio un bel progetto, appeno testato ti lascerò le mie impressioni..

  2. Miss Welby

    ciao, ti ho dato un link, ricambia se vuoi :)

  3. Giulio Montevecchi

    Complimenti, mi pare un’idea interessante.
    Certo sarebbe il massimo se funzionasse anche “al contrario” per aver un transcript dei video o dei podcast.
    Nel mondo ci sono milioni di sordi o comunque persone affette (come il sottoscritto) da problemi di udito che trarrebbero grande beneficio da una tecnologia di questo tipo.
    E penso sarebbero disposte a pagare anche un prezzo onesto per il servizio…
    Ma la speech recognition è altra cosa, vero?
    Ciao

  4. Luca Mascaro

    Purtroppo si è un altra cosa :)

  5. aggery

    Grazie per l’invito ;)

  6. da ignorante penso che se c’è un rispetto degli standard in merito alle questioni di accessibilità, con un filtraggio da parte del servizio in questo senso, probabilmente il formato di “destinazione” sarebbe quasi un dettaglio minimo per chi vuole rendere accessibili i contenuti ai disabili di qualunque tipo ….

    buon lavoro cmq !