Portare il negozio virtuale nel mondo: il caso Tesco home plus

Soluzioni simili le avevo viste applicate in Giappone per abbonarsi ad alcuni servizi o comprare contenuti digitali ma l’integrazione concepita da Home plus è fenomenale in termini di concezione del servizio ed efficacia. In pratica si sono creati un nuovo canale diretto e misurabile che porta direttamente il negozio a contatto con il consumatore digitale, lo abilita agli acquisti (che tra l’altro vengono consegnati in poche ore) e svolge comunque tutti i compiti della pubblicità tradizionale (comunicazione, branding, loyalty, etc..).

Questa soluzione tra l’altro è l’ennesima dimostrazione di quella teoria che da un po’ di tempo circola tra i designer digitali, vale a dire l’idea che i servizi digitali debbano sempre più trovare sbocchi fisici nella nostra società entrando così in contatto diretto con l’utilizzatore finale attraverso le tecnologie mobili.

  1. Andrea

    Davvero interessante!!! Chissà se vedremo presto anche in Italia offerte di acquisto che sfruttano l’interazione con QR code