Un canvas per progettare il business model dei servizi

Come definire e strutturare in maniera ordinata e organica un modello di business per dei nuovi servizi?

Questa è la domanda che si è posta Alexander Osterwalder un ex ricercatore Svizzero dell’università di Losanna che nel 2004 ipotizzo un‘ontologia per definire i modelli di business (la sua tesi in pdf). Ora a qualche anno di distanza quel lavoro si è concretizzato in uno strumento molto operativo ed interessante per tutte le startup o i dipartimenti marketing delle grandi aziende, il business model canvas.

Questo strumento è di fatto un diagramma che aiuta in modo strutturato l’imprenditore nella definizione del suo modello di business andandone ad analizzare i vari aspetti dell’offerta, delle infrastrutture a disposizione, del cliente e finanziarie. L’idea è quella che l’imprenditore con i suoi principali stakeholders organizza un workshop di qualche ora in cui ci si impone di cercare di strutturare quante più varianti possibili del proprio business model in modo da permettere in seguito una valutazione SWOT di ogni-uno dei modelli teorizzati.

Io ho potuto utilizzare operativamente questo strumento per definire il business model di una serie di concept in un workshop con Nokia Research al Lift e devo dire che in un paio d’ore ti porta oggettivamente a valutare tutti gli aspetti del proprio modello identificando le eventuali criticità, il che è estremamente efficace per capire se il modello regge o se ci sono dei passi d’approfondimento da effettuare.

  1. Tiziano Luccarelli

    Ho letto il libro tempo fa. La tesi di dottorato di Osterwalder non l’avevo considerata. Grazie per la condivisione!

  2. Chi è interessato può trovare il Business Model Canvas tradotto in Italiano qui:

    http://hugowiz.it/downloads/business-model-canvas-italiano/

    Buon Business Modeling

  3. Pingback: L’app per iPad per progettare business model | Luca Mascaro dot info