IASummit 2007: facetag e riflessioni finali

Questo week end all’IASummit ho, tra le tante cose, tenuto la mia presentazione sull’interfaccia di FaceTag che a mio vedere è andata egregiamente dati i vari feedback. Visto le richieste di molti ho deciso di pubblicare anche qui le slide (oltre che sul sito del summit dove verranno pubblicate ed integrate con un paper).

Volevo altresì cogliere l’occasione per tirare un po’ le somme di questo summit che personalmente mi ha arricchito di molti spunti soprattutto dal punto di vista delle conferme.

Ho capito che la sensazione di andare oltre la specializzazione dei team è un’ esigenza reale.

Ho capito che il design deve muoversi oltre l’utente centrico per andare anche verso gli aspetti economici e del management (aspetto che chi mi conosce sa che spingo molto con l’idea di far testare i prototipi anche agli stakeholders per poter assorbire i cambiamenti di requisiti).

Ho capito che oggi gli utenti sono sempre più stakeholders e gli stakeholders sempre più utenti.

Ho purtroppo capito e stimato che in sud Europa, ed in particolare in Italia, abbiamo un gap di competenze, conoscenze, professionalità, capacità ma soprattutto di mercato che va dai 7 ai 10 anni… quando gli americani si concentravano sulla progettazione centrata sugli utenti su larga scala.