Il futuro dell’esperienza utente (ExperienceCamp)

Sono un po’ in conflitto d’interessi ma devo dire che l’ExperienceCamp è andato grandiosamente, molto intimo, molto efficace, ottima discussione, interazione con il pubblico che funzionava e che a portato molti a vivere una giornata interessante ed intensa.

In questo contesto oltre che a muovere le danze mi sono trovato a tenere due presentazioni, la prima come spalla di Dafne sull’affordance della banana e la seconda sul futuro dell’esperienza d’uso della rete dal punto di vista dell’utilizzatore.

I due interventi hanno portato ad un dibattito molto profondo sul mondo del design, delle sue regole e della sua etica con posizioni interessanti da più parti.

Vi sono state diverse presentazioni durante la giornata che hanno mostrato spunti e caratteristiche di genialità, tra queste ho apprezzato in particolar modo quella di Dafne sul conoscere l’utente (in questo caso una mucca :), quella di Donata nella fase di discussione dove mostrava il suo powerpoint per ipod touch/iphone fatto in casa (da cui è nato l’assioma “l’iphone è una banana”), quella di Bru con i suoi spunti (grandioso la London Tower Bridge che twitta) e quella estremamente provocatoria di Davide sulla semplificazione del design.

Infine oltre che ringraziare tutti i partecipanti devo ringraziare in primis tutto il mio fantastico team che di fatto ha organizzato l’evento, grazie!

  1. palmasco

    grazie davvero a tutti voi!
    La tua analisi mi sembra perfetta. Sicuramente la formula barcamp ristretto, agevola il fuoco delle discussioni e le rende davvero comuni.
    Ciao, palms

  2. Folletto Malefico

    Grazie a te Luca. :)

  3. Dafne

    Grazie dell’opportunità!!!