Anno nuovo, blog nuovo

Circa 6 mesi fa la mia mente iniziò di buona voglia a partorire nuove idee per riconcepire interamente questo sito, ed in particolare il blog, con dei canoni che rappresentassero al meglio il suo spirito e le tematiche che trattava, dunque fissai alcuni obbiettivi:

  1. Il sito deve offrire una user experience semplice, ricca, gradevole ma durevole nel tempo… quindi non deve seguire troppo mode del momento
  2. Deve nascere con l’ottica di migliorare e cambiare nel tempo, non deve essere perfetto
  3. Deve essere un discreto sito su tutti i fronti del web: esperienza utente, codice standard, accessibilità a disabili e motori di ricerca, redazione un po’ curata
  4. Non deve avere una sola riga di codice php, .net o jsp… deve essere creato e gestito unicamente tramite servizi remoti che generano codice statico sul mio server
  5. Il sito dovrà essere testato nel tempo su due o tre compiti specifici con il maggior numero di persone (perpetual testing ?)
  6. Basarmi nella riprogettazione su dati concreti derivati da statistiche, eye tracking, test con utenti e altri parametri generali della mia utenza
  7. Deve rappresentare 11 anni della mia vita lavorativa sulle interfacce web (che su 24 di vita totale … ;)
  8. Realizzarlo entro la fine dell’estate :)

Mi scontrai quasi subito con due problematiche. La prima era quella di riorganizzare e migrare il materiale esistente, la seconda è stata la tipica sindrome del designer.

Ogni buon designer sa esattamente cosa fare per i propri clienti ma quando lavora per se stesso è una tragedia.

Vi dico solo che la versione attuale dell’organizzazione informativa, le label e l’interfaccia è la numero 7 infatti mi è risultato difficilissimo trattanermi, volevo provare di tutto nel sito… tutto quello che non proverei mai con i miei clienti e quindi ho dovuto effettuare un reale percorso verso la semplicità, ancora più aspro di quello descritto nel 2006.

Ora che il risultato è sotto i vostri occhi personalmente mi reputo soddisfatto, specialmente per aver reso concreti i miei 7 obbiettivi.

Ora il sito riparte con un motto nuovo “design, user experience and innovation” e con un approccio nuovo di “eternal beta” (non perpetual) che mi pone il nuovo obbiettivo di raccogliere feedback, bug e dati ed inserirli in una bella lista delle cosa da fare mano mano (wish list ?) per migliorare sempre più nel tempo.

  1. Kennett

    Complimenti Luca, mi sembra che tu abbia raggiunto gran parte degli obiettivi anche se mi aspetto che questo punto di arrivo (ottimo, credo, anche nella scelta dei colori) sia solo una versione beta ;)

    Colgo l’occasione per fare gli auguri di BUON ANNO a te ed a tutti gli utilizzatori di questo sito ora più usabile!

    Ciao,
    K

  2. andrea.paiola

    Era ora! :D

  3. Luca Mascaro

    Kennet, come ho scritto, l’idea è che il sito migliori nel tempo già in questo momento conosco almeno 6 bug e 3 miglioramenti che devo fare, però mi sto imponendo di farli nel corso della vita del sito.

    Comunque Buon anno :)

  4. Kennett

    < Luca Mascaro ha scritto:
    già in questo momento conosco almeno 6 bug e 3 miglioramenti che devo fare >

    D’ora in poi ti chiamerò
    Luca Mascaro 2.0 b

    :)

    Ancora complimenti, meritatissimi.

  5. Luca Togni

    Ciao Luca, complimenti per il nuovo layout: semplice e funzionale, anche i colori mi piacciono molto. Bellissima la definizione di “sindrome del designer”, aggiungerei anche che molte volte manca proprio il tempo per dedicarsi ai propri progetti… :-)
    Comunque, complimenti ancora e auguri di buon anno! Magari, prima o poi, ci possiamo trovare per bere qualcosa insieme, io sono di Chiasso. Ciao

  6. Luca Mascaro

    Ciao Luca,
    si forse dovrei fare un post ad hoc per definirla meglio… che ne dite? ;)

    Comunque fatti sentire per mail o per skype che tra lugano, mendrisio o chiasso un aperitivo ci scappa ;)

  7. Andrea Martines

    Che poi sarebbe la vecchia sindrome del parrucchiere spettinato ;-)

    Complimenti, Luca, mi piace molto.
    Direi un Khoi Vinh liquido evoluto.
    Con qualche scelta in controtendenza, che condivido (ad esempio la dimensione dei font, anche nel mio blog ho preferito ridurla rispetto ai canoni stilistici duezzerici).

    Auguroni (per l’anno e per il sito).

  8. Anonymous

    Complimenti!

    Posso chiederti per quale motivo il punto 4?

    “Non deve avere una sola riga di codice php, .net o jsp… deve essere creato e gestito unicamente tramite servizi remoti che generano codice statico sul mio server.”

  9. Tom

    Bel lavoro, il risultato è veramente ottimo.

    Ho qualche problema a leggere i testi con l’Helvetica, ma devo ancora capire se è un problema mio o no.

  10. Luca Togni

    @Luca: perfetto, ti aggiungo nei contatti di Skype. A presto!

  11. Luca Mascaro

    @Anonomo: Il punto 4 ho voluto farlo perchè come nel nuovo web fatto di servizi liberi una persona senza scrivere una riga di codice di programmazione (a parte i modelli e le configurazioni) riesce a creare siti abbastanza evoluti.

  12. Mik

    Mi aggrego ai complimenti, ottima l’architettura dell’informazione.

    In un’occhiata s’intuiscono subito gli argomenti trattati nel tuo blog.

    Ti ho citato anche sul mio blog ;).

  13. Luca Mascaro

    Oggi sono partiti i primi miglioramenti, ho corretto diversi bug provocati da blogger e modificato alcuni colori/caratteri

  14. Anonymous

    complimenti,il mio blog è meno giovane e un po piu triste.Si chiama diario di un esattore,se volete leggerlo vi do l’indirizzo esatto:www.diariodiunesattore.blogspot.com ciao a tutti

  15. Pingback: Luca Mascaro dot info » Blog Archive » Si riparte con tanti spunti