E se internet superasse la TV?

Immaginate un mondo fatto di consumatori che oramai vivono sempre su molti canali sensoriali utilizzando in contemporanea internet, tv e telefonino e ora immaginate che la maggior attenzione sia data proprio a internet.

Ora immaginate che questo mondo sia già qui o almeno questo affermano le ultime ricerche effettuate dagli esperti internazionali di marketing che oramai indicano questo come un trend avviato tanto che il Corriere della Sera l’altro giorno ha pubblicato proprio un interessantissimo articolo, di Carlo Formenti, basato su alcuni studi in merito di cui voglio citarvi alcuni passaggi:

… alzi la mano chi non ha mai provato a navigare in internet mentre guarda la TV, o non ha mai visto il figlio smanettare sul cellulare per comporre un SMS mentre ascolta musica da un lettore mp3, o non si è mai impegnato nel parlare al telefono mentre controlla la posta elettronica.

… alcune persone arrivano a condensare 31 ore di attività nell’arco delle 24 ore.

Forrester research, dopo avere condotto un’indagine su un campione di 12 mila soggetti vota per Internet: soltanto l’11% degli intervistati ha detto di prestare più attenzione alla Tv, il 61% ha scelto internet…

Questo trend tra l’altro è stato anche rimarcato da una recente ricerca condotta da Pricewaterhouse Coopers per conto di Google.

Sulla base di questo ci tre riflessioni che andrebbero espanse:

  1. Che cosa succederà nel mondo del marketing e della pubblicità al momento ancora molto indirizzato ai media tradizionali?
  2. Tra i vari media che compongono internet su quali è meglio puntare?
  3. E giunto il momento di iniziare a ragionare e investire seriamente in user experience e costumer satisfaction sui siti web istituzionali?
  1. Smash

    Direi che a due anni di distanza ci siamo quasi anzi il sorpasso è avvenuto ma non per tutti!