Esperimento: un ondata in Twitter

Ieri sera mi sono reso conto che una delle caratteristiche sul mobile più impercepibili ma potenzialmente funzionanti di Twitter è quella di poter ridiffondere il messaggio di una persona esponenzialmente.

In pratica potenzialmente una persona che riceve una “twittata” via cellulare o chat può rimandare a twitter (forward) lo stesso messaggio ricevuto, ridiffondendolo esponenzialmente in un effetto simile ad un onda esponenziale.

Questa funzionalità “nascosta” non è una caratteristica nativa di twitter ma una potenzialità esistente grazie alla conformazione stessa della rete telefonica e le funzionalità dei telefonini di ultima generazione.

Tra l’altro questa funzionalità aumenta incredibilmente il fattore sociale di twitter e fornisce nuove opportunità per esempio in casi di emergenza. Immaginate infatti che vi sia un incidente in autostrada e una persona twitti la notizia, la ricevono in 10 che la rimandano a 10 persone ogniuna, e così via… in brevissimo tempo migliaia di persone sanno che non devono entrare in autostrada evitando così maggiori problemi di traffico e migliorano la vita di tutti.

Per testare questa mia ipotesi funzionale fra pochi secondi invierò un messaggio tramite il mio account twitter chiedendo alle persone in ascolto di ridiffonderlo per esteso… l’obiettivo è quello di vedere dove arriva il messaggio, per quanti minuti/ore/giorni si ridiffonde e se mi ritorna in un circolo perpetuo…

Conto nello spirito sociale della rete ;)

  1. Tambu

    ah, un DDoS degli SMS :)

    potenzialmente potresti intasare e distruggere tutta la rete GSM, lo sai? :D

  2. Luca Mascaro

    Si che lo so … ma socialmente :)

  3. Kennett

    Bravo Luca… alla fine l’invito l’hai accettato!

    Tranquillo per il bar camp, forse la cosa più difficile sarà riuscire a dormire un pò stasera ;)

    Ciao
    K