HTML 5 o XHTML 2: il w3c prende una posizione

Da qualche giorno è avvenuta una piccola grande rivoluzione in quella che è l’architettura del web sviluppata dal w3c.

Gli scontri che sono nati negli anni tra chi aveva una visione di architettura pulita e chi agile hanno portato a due differenti progetti di (X)HTML che attraverso la nuova visione di avere architetture scalabili basate su XML con linguaggi agili. Questo finchè XHTML 2.0 ed il suo ecosistema di linguaggi non verrà adeguatamente supportato.

Questo ha portato al fatto che qualche giorno fa il gruppo HTML è stato spezzato in due gruppi di lavoro che si dovranno occupare rispettivamente di XHTML 2.0 (oggi più orientato all’enterprise) e (X)HTML 1.5 / 5.

Facendo parte di entrambi i gruppi e avendo vissuto una situazione paradossale per mesi tra l’HTML WG e il Web Application Format WG comprendo il perchè di questa scelta che di fatto potrebbe fare storcere il naso in quanto si potrebbero creare due web separati, ma nel contempo la condivido in quanto si stà dando una nuova speranza al futuro del web.

  1. Senza Identità

    i due problemi piu’ grossi dell'(X)Html secondo me sono la compatibilita’ con vecchie versioni precedenti (che rallenta ogni processo evolutivo) e lo scorretto utilizzo del Media TYPE (MIME) con cui l’XHtml viene “servito” e che a mio avviso non permette una distinzione adeguata (non si puo’ fare affidamento sul parser ne’ sulla presenza del DOCTYPE che è opzionale) e quindi limita ulteriormente l’evoluzione del linguaggio. Se non sbaglio le nuove Drafts dell’XHtml dovrebbero metter fine una volta per tutte all’uso scorretto del Media Type.

  2. Luca Mascaro

    esatto, questi sono due dei motivi che hanno spinto il w3c a prendere questa decisione. Nel dettaglio probabilmente il nuovo HTML soffrirà degli stessi problemi di media-type ma probabilmente risolverà quelli di compatibilità del linguaggio a confronto di XHTML 2.0 che sarà più formale e “corretto” ma incompatibile

  3. Senza Identità

    si vedrà se i produttori di browser (metterei Mozilla in testa a Microsoft) preferiranno adottare la tecnologia intermedia o passare direttamente alle specifiche dell’XHtml 2.0

  4. Luca Mascaro

    Probabilmente vorranno passare ad entrambe ma XHTML 2 più nel lungo periodo sfruttando così il nuovo HTML come linguaggio di transizione anche se qui c’è un vizio di forma… XHTML 2 sarà raccomandazione nel 2007 mentre HTML 5 non prima del 2010