Innovazione in italia tra non investimenti e tasse sui brevetti

In questi giorni Leandro ha postato due riflessioni, sinergiche tra loro, che trattano rispettivamente la notizia della tassazione sui brevetti e una proposta su come ovviare all’arretratezza dell’italia.

Leandro con questi post oltre a fare una buona fotografia dei vari problemi che si incontrano in italia volendo fare innovazione porta alla luce due punti critici del sistema italia “l’ipossibilità di dare valore ai talenti” e “la difficoltà nel dare valore e proteggere le idee” che sono poi i due punti critici su cui si basa gran parte dell’innovazione mondiale.

Sintetizzare in poche parole il bel discorso dei due post mi risulta difficile quindi vi invito a leggerveli con calma e tranquillità riflettendo sul perchè al barcamp quando si parlava di venture, innovazione e investimenti si finiva sempre per raccomandare uno spostamento delle attività all’estero.

  1. andrea.paiola

    Pensa che l’innovazione in Italia sono gli occhiali da mille euro!…