La guida

La seguente guida riporta la nostra esperienza diretta nell’organizzazione di due viaggi low-cost a Tokyo o più in generale in Giappone. Offre una panoramica rapida ma completa su tutte le questioni che abbiamo affrontato nell’organizzare i nostri viaggi.

Non vi preoccupate, organizzare un viaggio in Giappone è relativamente semplice e alla portata di tutti :)

Organizzazione generale

Il Giappone è grande e offre tanti momenti particolari durante tutto l’anno (eventi, feste, manifestazioni, etc…). È importante capire in quale periodo lo si voglia visitare e cosa vedere. Per esempio se si vuole vedere l’Hanami bisogna organizzare il viaggio per la fine di Marzo, mentre se si vogliono vedere manifestazioni come l’Obon (festa delle lanterne) bisogna organizzarsi per Agosto.

Deciso il periodo e l’itinerario, se si vuole mantenere il budget contenuto, bisogna calcolare di effettuare tutte le prenotazione con 3/4 mesi di anticipo. Per esempio il periodo ideale per prenotare se si vuole andare a vedere l’Hanami è quello di fine dicembre, inizio gennaio.

Come cittadini Europei (UE e Svizzeri), non è richiesto nessun visto per immigrare in Giappone se ci si resta per meno di tre mesi. L’unico requisito per accedere è quello di avere un passaporto (possibilmente biometrico) in corso di validità durante il viaggio e un indirizzo in loco da comunicare all’ufficio immigrazione quando si arriva (sull’aereo vi daranno un formulario da compilare).

Come prenotare il volo e l’alloggio

La soluzione migliore per prenotare il volo è utilizzare il servizio Kayak.com che permette di verificare il costo dei voli su tutte le compagnie (senza alcuna commissione aggiunta) per poi comprare i biglietti direttamente sul sito della compagnia aerea tramite carta di credito (attenzione durante l’acquisto è richiesto il numero di passaporto). Grazie a Kayak siamo riusciti a trovare voli, andata e ritorno, a partire da 360 Euro ma nella norma si trovano normalmente con un budget tra i 400 e i 600 Euro (a seconda del periodo).

Kayak seleziona compagnie che hanno dato prova di essere sicure ed affidabili. Se, da una parte, i costi dei biglietti sono estremamente accessibili, dall’altra, è praticamente impossibile cambiare o spostare il volo e i limiti di peso per i bagagli si aggirano intorno ai 20 chili: questo può essere un problema se, come noi, alla fine del viaggio avrete acquistato mezzo Giappone (o mezza Akihabara, a seconda dei gusti) :)

Per quanto riguarda l’alloggio potete puntare sull’hotel di qualche catena internazionale reperibile sempre attraverso Kayak che in genere offre dei pacchetti scontati a condizione di un pagamento anticipato (intorno ai 70-100 Euro a notte per una camera doppia), altrimenti la soluzione che maggiormente vi raccomandiamo è quella di optare per un ryokan: l’albergo tradizionale giapponese.

In un ryokan avrete in genere a disposizione una piccola stanzetta, pulita, confortevole, con possibilità di accesso 24 ore su 24, stanza da bagno, tatami e futon (spesso vi verrà fornito uno yukata come veste da camera). Alloggiare in un ryokan offre ad un gaijin di avvicinarsi quanto più possibile ai costumi giapponesi e contemporaneamente gli permette di risparmiare con costi dai 30 ai 50 Euro a notte.

I ryokan che abbiamo trovato a Tokyo sono:

Anche qui prenotate con un certo anticipo via mail e fidatevi della risposta di conferma anche se non vi chiederanno alcun pagamento anticipato :)

Il budget da considerare una volta in Giappone

Il Giappone non è poi così caro come si dice. Infatti, specialmente a Tokyo, è possibile mangiare un pasto completo (non fast food) già con 5-10 Euro. Quindi considerando una colazione leggera, un pranzo e una cena in qualche ristorante sparso per la città calcolate un budget pasti di massimo 30 Euro al giorno (salvo che non vi vogliate dare a qualche piatto tipico in un locale tradizionale poichè in quel caso spenderete 30 Euro solo per quello).

Considerate che, a Tokyo, una delle voci di costo più rilevanti nelle vostre spese quotidiane sarà quella dei trasporti in metropolitana/treno (a Tokyo non c’è differenza tra la linea metropolitana e quella dei treni). Infatti a Tokyo si paga la metropolitana per singola tratta sulla base della distanza da percorrere, partendo da una base di 1 Euro fino a 10 Euro per le lunghissime distanze (quelle che percorrerete effettuando gite fuori Tokyo). Aggiungete a questo il fatto che a Tokyo non opera un’unica società della metropolitana (ce ne sono almeno 7 private), per cui spesso per spostarvi da un luogo all’altro dovrete cambiare linea (è facilissimo ma a volte un po’ dispendioso).

Esistono anche degli abbonamenti quotidiani (a partire da circa 7 Euro) o regionali/nazionali per più settimane come il famoso Japan Rail Pass solo per stranieri (a partire da circa  230 Euro) o il JR East Pass valido per l’area di Tokyo e la parte Est del Giappone (a partire da circa 160 Euro). Tutti questi abbonamenti però vi converranno economicamente solo se vorrete spostarvi frequentemente e/o andare tante volte a fare delle gite distanti (a noi non sono mai convenuti, anche perchè necessitavamo usare differenti compagnie dei treni tra le quali non esiste un abbonamento universale).

Dunque calcolando i costi di vitto, trasporto, biglietti vari (musei, mostre, etc…) e qualche spesuccia calcolate un budget giornaliero medio di circa 50 Euro.

Appena arrivati

Se siete appena arrivati all’aeroporto internazionale di Narita potete raggiungere Tokyo tranquillamente in metropolitana attraverso le differenti linee che vi porteranno in qualunque area della città ad un costo tra i 10 e i 20 Euro (come sempre a dipendenza della società operante).

Appena arrivati in città (se sarete sopravvissuti alla stanchezza del viaggio, mi raccomando cercate sempre di restare svegli fino a sera appena arrivati) vi conviene andare subito in uno dei centri di informazione Turistica di Tokyo (l’ufficio turistico) per esempio vicino alla stazione di Tokyo o nel palazzo del governo locale a Shinjuku. Otterrete una serie di indicazioni utili sulla città, delle guide turistiche e un’utile mappa della città il tutto gratis :)

Infine, se per caso volete approfondire gli aspetti culturali del Giappone o capire meglio cosa fare a Tokyo, vi suggeriamo di guardare sempre il sito di informazione turistica di Tokyo per ottenere tantissime informazioni utili su questa città.

Congratulazioni, avete organizzato il vostro primo viaggio low-cost in Giappone :)

5 thoughts on “La guida

  1. Pingback: La guida su come abbiamo organizzato il nostro viaggio risparmiando :) | Tokyo trip

  2. Pingback: Tweets that mention La guida per organizzare un viaggio low-cost a Tokyo | Tokyo trip -- Topsy.com

  3. Ciao Luca, post molto utile ed interessante! Il budget giornaliero medio è per singola persona vero? Occhio all’ultimo link, quello del sito di informazione turistica, non pare corretto.

    Daniel

  4. Da parte mia raccomando anche il Katsutaro ryokan dove siamo stati noi. E’ in una posizione molto bella (uno degli ultimi quartieri ‘tradizionali’ di Tokyo – per quanto cmq sia moderno), ben collegato e gestito da una coppia gentilissima. :)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *